DIVENTA ATTIVISTA!

escidalbuio


In due anni di mandato abbiamo :

– portato in consiglio circa 90 tra mozioni e interrogazioni
– abbiamo ottenuto l’impegno della Giunta ad installare distributori di acqua nel nostro territorio
– l’apertura del consiglio comunale ai cittadini
– il divieto di diserbanti cancerogeni per il verde pubblico
– eco-compattatori per la plastica che elargiscono buoni
– divieto di utilizzo stoviglie plastica nelle scuole
– defibrillatori nelle strutture comunali
e, per la prima volta a Leini, in occasione del referendum, sono stati utilizzati come scrutatori, i nostri disoccupati!

Queste sono solo alcune delle iniziative portate avanti, insieme potremmo fare molto di più!!!

Solo partecipando si possono cambiare le cose, vi aspettiamo!!!

“Adotta un amico”

Nel prossimo Consiglio Comunale presenteremo, tra le altre, la mozione “Adotta un amico”. L’idea è quella di dare un aiuto a chi decide di adottare un cane/gatto ospitati nel canile convenzionato con il Comune, permettendo così ai nostri amici a 4 zampe di conoscere l’affetto di una famiglia.

 

Microsoft Word - adotta un cane(1).docx

Noi stiamo con Di Matteo

Con un’iniziativa congiunta il Movimento 5 stelle della Città Metropolitana di Torino rappresentato dai vari gruppi locali, ha voluto dare voce al silenzio preoccupante calato sulla figura del magistrato antimafia.

In seguito all’incontro avvenuto con Di Matteo a Torino, e come promosso dall’associazione “agende Rosse” presieduta da Salvatore Borsellino e già attuato in diversi Comuni italiani, stiamo invitando le nostre Amministrazioni comunali a sostenere il magistrato, al fine di realizzare in concreto un gesto di solidarietà, a prescindere dai colori politici di appartenenza.

La proposta di concedere la cittadinanza onoraria al giudice Nino Di Matteo, vuole servire a rimarcare quel sentimento di vicinanza e di stima, verso la persona e verso il magistrato, per tutto ciò che con coraggio e dedizione sta facendo.

Segue il Comunicato Stampa diffuso dai vari gruppi della Città Metropolitana di Torino che hanno già presentato la proposta alle relative amministrazioni; altri gruppi si aggiungeranno all’elenco attuale.
Il Movimento 5 Stelle Leini
Comunicato Stampa

Oggetto: Cittadinanza onoraria al P.M. Nino Di Matteo

Nino Di Matteo prima che un magistrato è un uomo: un uomo che consapevolmente affronta i pericoli dell’adempimento del proprio dovere in modo umile, discreto, senza enfasi e senza ostentazione. Sono persone come lui che ci fanno sentire orgogliosi di appartenete al genere umano e in qualità di amministratori, rappresentanti dei cittadini, la battaglia che Di Matteo combatte ogni giorno, deve appartenere a tutti noi. Sentiamo il dovere di strappare il pesante velo dell’indifferenza che ha, troppo spesso, caratterizzato il nostro Paese e intendiamo risvegliare la sana indignazione verso corruzione e crimine organizzato, ritrovando quei valori che rendono una società non solo civile ma anche umana. Per questo motivo, per esprimere a questo servitore dello stato la vicinanza e il sostegno della popolazione, come gruppi consiliari del Movimento 5 Stelle della provincia di Torino, abbiamo deciso di presentare una mozione al fine di far conferire a Nino Di Matteo la cittadinanza onoraria in modo che sia chiaro ed inconfutabile che tutti noi e le nostre città, sono inequivocabilmente schierate a favore della legalità rappresentata ammirevolmente da questo magistrato, da questo grande uomo.

I gruppi consiliari del MoVimento 5 Stelle di:

Borgaro Torinese, Bruino, Caselle Torinese, Chivasso, Cumiana, Front, Gassino Torinese, Leini, Orbassano, Rivarolo Canavese, Rivoli, San Carlo C.se, San Francesco al Campo, Settimo Torinese, Vinovo, Volvera

Chiediamo a gran voce il ripristino della scorta a Pino Masciari

Pino Masciari è un imprenditore calabrese che, a seguito di pressioni, estorsioni e minacce subiti, dal 1994 iniziò a denunciare i fatti di mafia di cui era stato testimone
A seguito di tali denunce, dopo essere stato oggetto di attentati e concrete minacce di morte, nel 1997 fu sottoposto al programma di protezione per i testimoni.
In data 26 marzo 2015, Pino Masciari riceve una scarna comunicazione sulla decisione del Ministero dell’Interno di revocare la misura di protezione fatta eccezione per la regione Calabria, in cui permane il livello di protezione 3 “tutela su auto specializzata”. Un atto inspiegabile anche alla luce delle molte indagini e successivi processi, che stabiliscono quanto la ‘ndrangheta sia profondamente radicata nel nord Italia.
Il M5S indignato per questa revoca della scorta a Pino Masciari, presenterà nei consigli comunali della provincia di Torino e in Città Metropolitana un ODG per la richiesta di ripristino del programma di protezione all ‘indirizzo del Presidente della Repubblica e del Ministro dell’ Interno. Auspichiamo che le istituzioni, a cominciare dai comuni, si uniscano a questa iniziativa a favore della giustizia e della reale lotta alle mafie. il M5S è disponibile a qualunque azione proposta da politica e/o società civile atta a dare appoggio a Pino Masciari che per l’alto senso di giustizia, dopo aver vista stravolta la propria quotidianità ora si trova ad essere solo. Le mafie non dimenticano chi si è opposto al loro dominio! Chiediamo l’attivazione a tutti i livelli per dimostrare che non ci si dimentica di chi lotta contro le mafie!

Gruppo consiliare regionale M5S Piemonte
Gruppo consiliare M5S Città Metropolitana
I gruppi consiliari del MoVimento 5 Stelle della provincia di Torino

Una grande vittoria a Leini!

diserbo

Il M5S ha a cuore la salute dei cittadini, dal prossimo bando pubblico per la gestione del verde in scadenza, sarà quasi completamente bandita la pratica del diserbo chimico, prodotti come il Glifosato, altamente tossici e definiti dallo IARC ( l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro),come probabile prodotto cancerogeno, non saranno più consentiti, se non eccezionalmente, in particolari zone e solo previo consenso del Comune. La collaborazione che abbiamo sempre perseguito, ha dato un risultato eccezionale per il nostro territorio e la salute dei leinicesi. Ci teniamo a ringraziare l’Assessore Arzenton per aver condiviso le nostre preoccupazioni circa i diserbanti e ci appelliamo alla sua sensibilità perchè, anche in quei rari casi, prevalga il buon senso dimostrato in questa occasione.
#StopGlifosato