Comunicato del 05 Aprile 2018

Nel consiglio comunale di Leini, temi come legalità, corruzione, moralità, vengono ridotti ad una ricerca compulsiva,da parte di Sindaco e vicesindaco, di atti dei comuni a guida 5 Stelle per poter dire, oltretutto non avendo la capacità di capire ciò che stanno leggendo, “lo fate anche voi”. Tema della discussione, il contratto di riscossione coattiva dei tributi alla ditta Soget che, come evidenziamo da anni, è una società con trascorsi giudiziari, condanne,rinvii a giudizio e ritenuta, anche dall’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), inaffidabile. Il Sindaco pro legalità, con la medaglietta di Libera continua a nascondersi in quella “zona grigia” che tanto, a parole, ha condannato in questi anni, voltandosi dall’altra parte. Accompagnata dal fido scudiero (vicesindaco), si getta nella ricerca spasmodica , probabilmente per giustificarsi, di qualche atto di altri comuni, ovviamente amministrati dal M5S, incurante delle questioni di Leini e dei suoi cittadini, per trovare qualcosa che la porti fuori da quella zona grigia e, tutta baldanzosa, urla in aula che un comune 5 Stelle ha affidato a Soget la riscossione dei tributi a gennaio 2018. Peccato che l’atto che così compulsivamente hanno cercato, non sia un affidamento ma solo una approvazione dei ruoli di anni passati! Consigliamo, a Sindaco e vicesindaco , di impegnarsi un po’ di più la prossima volta, di ripassare le nozioni base di un amministratore, almeno per distinguere un atto dall’altro e, magari, di iniziare a preoccuparsi dei cittadini leinicesi messi nelle mani di simili società!

Condividi questo articolo!

3340total visits,3visits today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *